Check Page Rank of your Web site pages instantly:

This page rank checking tool is powered by Page Rank Checker service

mercoledì 14 agosto 2013

Il nuovo navigatore di Maps: capiamo insieme come funziona! (Smartphone-Tablet)


Quando iniziai a ideare questo blog, mai e poi mai avrei pensato di recensire Google Maps e questo perche' chiunque lo conosce sa fare senza problemi ricerche di indirizzi e luoghi su di essa sia in versione 'desktop' che in versione mobile, sebbene mi son trovato qualche volta a dover spiegare come funziona il navigatore 'turn by turn' a qualche conoscente un po' meno avvezzo alla tecnologia. 

Dopo l'ultimo aggiornamento, invece, ho notato un certo malcontento e timore nell'utilizzo da parte degli utenti soprattutto riguardo il navigatore e anche da parte di chi lo utilizzava senza problemi precedentemente.


Google, con questo corposo update, ha cercato, riuscendoci a mio avviso, di dare una 'svecchiata' all'immagine del software e soprattutto di creare una certa omogeneita' fra le versioni desktop e quelle mobili dedicate ai vari SO.

La cosa che ha colpito un po' tutti, me compreso, e' che dopo aver aggiornato alla versione piu' recente sono 'sparite' delle icone onnipresenti di Maps e relative a funzioni basilari e molto popolari: non vi e' piu' traccia ne' dei collegamenti sulla home ne' delle relative icone nel drawer (menu dove sono elencate tutte le app del proprio dispositivo); addio all'icona rassicurante del navigatore (foto 1) e a quella di 'places/luoghi' (foto 2) dopo aver gia' eliminato da tempo quella del servizio di localizzazione Latitude causa soppressione del servizio stesso.


foto1

foto2

A questo punto uno sconcerto generale e' legittimo: come mai sono sparite queste icone? Piu' che per quella di 'Places' la preoccupazione maggiore e' la mancanza apparente del navigatore, vera ancora di salvezza per molti di noi con senso dell'orientamento pari a zero e killer app che ha reso Maps amatissimo e molto usato !!!

Possibile che Google abbia deciso di eliminare questo servizio? 

Proviamo insieme ad aprire l'applicazione in questione tappando sulla sua bella iconcina: quando si avvia, dopo aver accettato i termini e le condizioni d'uso, ci troviamo di fronte la nuova interfaccia che, non si puo' negare, si presenta veramente molto bene, minimale ed elegantissima (foto 3).

foto3
Quello che colpisce, oltre lo stile minimale, e' anche la presenza di icone nuove oltre alla disposizione completamente rivisitata delle funzioni:

-foto3-a tappando si apre un menu a tenda da sinistra a destra (foto 4) con le impostazioni dell'applicazione;

-foto3-b tappandoci si visualizza la propria posizione sulla mappa;

-foto3-c si va ad aprire la 'sezione' navigatore, CHE BELLO!!!!!NON E' STATO ELIMINATO ALLORA (foto 5);

-foto3-d apre il nostro 'profilo' con i check in effettuati (registrazione nei luoghi preferiti) con Google+, le eventuali recensioni che abbiamo fatto di posti e locali che abbiamo visitato, la cronologia delle ricerche su Maps e i luoghi 'preferiti'.



foto4
foto5

In sostanza le icone di cui accennavo sopra sono sparite perche' ora Google ha deciso di concentrare tutte le funzioni all'interno dell'app madre, non c'e' da stupirsi che ci si senta un po' disorientati quando vengono cambiate 'le carte in tavola', l'importante e' non scoraggiarsi e andare a vedere cosa cambia.

Nella schermata del navigatore, foto 5, si puo' vedere che in alto abbiamo tre tab con le 3 opzioni di navigazione che ci mette a disposizione, al momento, l'applicazione: in auto, coi mezzi pubblici e a piedi.

Subito al di sotto si immette indirizzo di destinazione: se il dispositivo si è collegato ai satelliti la prima opzione sarà 'la mia posizione' mentre piu' sotto possiamo andare ad inserire l'indirizzo da raggiungere; di lato si trovano due frecce che, tappate, fanno invertire i luoghi di partenza e arrivo. Ovviamente possiamo tappare su 'la mia posizione' e inserire un altro indirizzo in questo form, magari quando si vuole calcolare un percorso tra due luoghi che visiteremo in futuro, per esempio per conoscere le distanze e vedere il percorso in anteprima.

Ancora piu' sotto troviamo gli indirizzi di casa nostra e del nostro posto di lavoro lavoro, se da noi pre-impostati, e altri estrapolati dalla cronologia delle ricerche effettuate sia in Maps che in Google.

Una volta impostato a dovere il tutto (in questa fase si possono anche selezionare le 'opzioni percorso' foto 8)  ci si trova alla schermata che vediamo sotto (foto 6):

foto6

una vera e propria visione d'insieme del percorso richiesto: in alto le localita' di partenza e arrivo con a sinistra il mezzo di trasporto (in questo caso automobile) e a destra una 'x' per eliminare questo percorso.  N.B. se si tappa su questa barra si accede ad una schermata che propone percorsi alternativi (foto 9) e nuovamente le opzioni di percorso (foto 8)

il corpo centrale e' occupato dalla mappa con evidenziato il percorso scelto dal navigatore per portarci a destinazione, la freccia 'b' indica i tempi di percorrenza previsti e la distanza, con indicazione del traffico in tempo reale; la freccia 'a' indica il 'pulsante' per avviare la navigazione vera e propria: 

N.B. la navigazione turn by turn con indicazioni vocali inizia sempre e solo dopo aver premuto questa icona con la freccia blu!!!

Una grossa novita' sta nel fatto che se teniamo premuto e swipiamo verso l'alto la barra in basso apriamo le indicazioni testuali della navigazione (foto 7).


foto7
Per ritornare alla mappa bsta swipare verso il basso tenendo premuto sempre la barra tra il simbolo del navigatore e l'indicazione dei tempi di percorrenza.




foto8


foto9


Una altra 'chicca' di questa nuovissima versione di Maps (presente anche nella precedente in realta') e' la possibilita', foto 10,  di salvare nel dispositivo la porzione di mappa che abbiamo cercato per poter navigare anche senza connessione dati attiva (navigazione off line):

foto10
se si effettua l'impostazione di un tragitto per la navigazione, tappando sulla 'x' a destra nella foto 6 e poi sul form 'cerca', si arriva alla schermata di ricerca in fondo la quale si trova l'opzione per salvare la mappa, foto 10; 

se si effettua una semplice ricerca di un indirizzo, tappando sulla 'x' a destra dell'indirizzo stesso e poi nuovamente su 'cerca' ci troviamo nella stessa schermata di cui sopra e quindi, in fondo, troviamo l'opzione per salvare in locale la mappa.


Spero di aver aiutato a chiarire i dubbi inerenti la navigazione di Google Maps e di aver contribuito a dissolvere eventuali dubbi in merito all'ultimo aggiornamento.

Buon Ferragosto a tutti.

N.B. AGGIORNAMENTO ALLA VERSIONE 8.0.0-----------LEGGI QUI 


di Alessandro Proietti



QR code per download:




Get it on Google Play